Home
Attività
Consulenza organizzativa

Consulenza organizzativa

Basic RGBHo una grande passione per il settore aziendale, in cui ho fatto esperienza sia sul versante della gestione delle risorse umane, sia come dipendente di una multinazionale.

Credo, infatti, di avere il vantaggio di avere visto entrambe le facce della medaglia, e questo mi consente di poter prendere in considerazione sia il punto di vista istituzionale dell’azienda, sia quello dei lavoratori, mediandone richieste ed esigenze, con lo scopo di creare un ambiente lavorativo sereno ed efficiente, in cui benessere e produttività si alimentano a vicenda.

Dopo tutto, se abbiamo la fortuna di lavorare, passiamo una altissima percentuale del nostro tempo impegnati nella nostra professione.

Perché non cercare di renderla soddisfacente e allo stesso tempo aumentare le possibilità di successo della nostra impresa?

Ecco cosa può fare per la tua impresa la consulenza aziendale

La consulenza aziendale fonda le sue radici nella psicologia del lavoro e delle organizzazioni ed è lo “studio dei comportamenti delle persone nel contesto lavorativo e nello svolgimento della loro attività professionale in rapporto alle relazioni interpersonali, ai compiti da svolgere, alle regole e al funzionamento dell’organizzazione.”[3]

Lo psicologo in relazione ad un ambiente lavorativo viene chiamato per raggiungere principalmente questi obbiettivi:

migliorare il clima aziendale, favorire la creazione di un’identità organizzativa, e sviluppare le potenzialità di collaborazione tra i diversi ruoli, attraverso la ricerca del massimo benessere per i lavoratori a qualsiasi livello di inquadramento, con il massimo vantaggio produttivo e di profitto per l’azienda. I campi d’applicazione della consulenza aziendale includono, ma non sono limitate a:

  • consulenza e valutazione di stress lavoro-correlato secondo il d.lgs 81/08
  • percorsi di coaching individuali o di gruppo
  • la leadership e la gestione del personale
  • la valutazione dei bisogni organizzativi e la selezione del personale
  • la comunicazione aziendale e i rapporti interpersonali
  • le dinamiche di gruppo nei dipartimenti e nei gruppi di lavoro creativi
  • la motivazione al lavoro in relazione anche al sistema di incentivazione
  • lo sviluppo della carriera interna
[3] Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Psicologia_del_lavoro

Tradizionalmente si pensa che la consulenza aziendale venga applicata solo a grandi imprese che devono gestire grandi numeri di dipendenti e problematiche che emergono, per esempio, dalla presenza di più sedi o dalla gestione di filiali in nazioni diverse. Questa applicazione resta sempre valida, anzi, forse è ancora oggi più sensata. Ma anche una piccola impresa può investire ed avere vantaggi dalla consulenza aziendale, soprattutto se si tratta di un’attività da poco avviata in cui si deve cercare di ottenere il massimo con il minimo dispendio di energie e soldi. Definire pochi ma precisi processi produttivi o creativi, organizzare turni ed ambiente lavorativo in maniera efficiente e sana in modo da limitare malesseri, malattie e burn out, ottimizzare la propria immagine e proporsi ai potenziali clienti nella maniera più onesta ma anche più accattivante possibile, possono fare la differenza nel difficile mercato contemporaneo. Un piccolo investimento iniziale nella collaborazione con un esperto, può fruttare un valore aggiunto esponenziale negli anni a venire.