Home
3 cose per dimostrare il tuo sostegno a chi soffre di problematiche psicologiche

3 cose per dimostrare il tuo sostegno a chi soffre di problematiche psicologiche

Print pagePDF pageEmail page

Vuoi davvero stare vicino a chi soffre di problematiche psicologiche? No, non basta mettere “mi piace” ai post sul film “Joker”

All’uscita del film Joker con Joaquin Phoenix, i social media si sono riempiti di recensioni e citazioni, specialmente con riferimento alla  malattia mentale e ai disturbi psicologici.

A guardare così la rete, sembrerebbe che il mondo sia popolato da persone con mentalità aperta e pronte ad accogliere supportare chi soffre di problemi psicologici, invece, ve lo garantisco, la situazione è molto diversa.

Concordo che film come questo ci danno la possibilità di aprire discussioni importanti, ma non basta mettere “Mi Piace ” su un post per essere un* alleat* a favore di chi soffre di problemi psicologici.

Ecco allora 3 cose che chiunque di noi può fare:

  1. Smettere di utilizzare espressioni come “depresso” e “bipolare” come eufemismi di tristezza e umore ballerino: la depressione e il disturbo bipolare (tanto per fare 2 esempi) sono problematiche serie e sentire persone che stanno bene usare questi termini ad cazzum ferisce chi ne soffre davvero.
  2. Smettiamo di utilizzare espressioni come “fatti vedere da uno bravo” per offendere, deridere o chiudere una discussione con una persona con cui non troviamo un accordo.
    Andare dall* psichiatra o dalla psicologa è un atto di cura, non una punizione.
  3. Se qualcun* che conosciamo vorrebbe chiedere aiuto ad un* professionista della salute mentale, ma ha timore oppure proprio a causa del disturbo di cui soffre fa fatica ad andarci, per esempio, possiamo metterci a disposizione per accompagnarl* al primo appuntamento (rompere il ghiaccio la prima volta spesso è sufficiente per dare inizio al percorso).

Questi sono solo alcuni esempi di quello che si può fare per essere davvero un* alleat* della sofferenza invisibile di chi sta cercando di prendersi cura della sua salute mentale.

Le condivisioni sui social non fanno male, ma non dimentichiamo che le persone hanno bisogno della nostra presenza reale nella vita di tutti i giorni.

Sono una psicologa psicoterapeuta e lavoro a Rovigo e online. Mi occupo del benessere psicologico di adulti e adolescenti.