Home
Scelgo me

Scelgo me

Print pagePDF pageEmail page

Riflessioni di una psicologa psicoterapeuta libera professionista

Con questa settimana si chiude un incarico piuttosto importante, in cui mi sono occupata di incontri individuali con persone disoccupate over 30. La scelta di concludere è stata mia.

Non perché non piacesse l’incarico (e sono molto dispiaciuta di perdere la parte umane di questa esperienza), ma perché non ce la facevo più a tenere insieme tutto.

Il lavoro che mi piace e in cui mi vedo investire le mie energie per i prossimi 10 anni e l’attività clinica in studio (a Rovigo e online).

Ma per ogni ora svolta insieme ad una persona ci sono tantissime altre ore di lavoro che nessuno vede: contabilità, cartelle cliniche, supervisione, aggiornamento professionale, scrivere relazioni, gestire urgenze, nuovi appuntamenti e spostamenti di altri già presi, invii a collegh*, telefonate di raccordo con altr* professionist* sanitar* ( e altre infinite attività).

In teoria, dovrebbe rimanermi anche del tempo per me, per fare attività fisica, uscire con Kiss, stare con la mia famiglia, prendermi un caffè con un’amica. Il tutto cercando di gestire i miei (pochi) cucchiai di energia a disposizione a causa delle diverse malattie croniche e del dolore cronico con cui convivo.

Quando hai la partita iva non è facile dire di no ad un incarico per il quale hai una entrata cosiddetta “sicura”.

Ma la storia che nella vita puoi fare e avere tutto, basta volerlo è una delle più grandi bugie mai raccontate.

E lo dico con serenità.

Tutt* abbiamo dei limiti, e se li riconosci e li onori ti puoi creare delle opportunità.

Non sarò la professionista tuttofare, ma cercherò di fare ciò che mi rende fiera del mio lavoro e che è rispettoso del miei tempi e delle mie energie. Scommetto sul mio studio (a Rovigo e online).

Credo in me.

Scelgo me.

[Nelle foto sono io.

Nella prima credo di avere avuto 5 anni, sto abbracciando un Alaskan Malamute che probabilmente mi stava sopportando alla grande.

Nella seconda, avevo 6 anni, ero sul terrazzo di casa. Stavo dando da mangiare un pesciolino a Pippo, il gabbiano crocalo che mio padre trovò ferito lungo la ferrovia, e che ha trascorso gli ultimi 9 mesi della sua vita nel comfort del nostro terrazzo.]

Tags:

Sono una psicologa psicoterapeuta e lavoro a Rovigo e online. Mi occupo del benessere psicologico di adulti e adolescenti.