Home
Come usare lo stress a tuo vantaggio

Come usare lo stress a tuo vantaggio

Print pagePDF pageEmail page

Uno dei nemici del nostro benessere può diventare un prezioso alleato

Quante volte lo abbiamo detto o sentito dire? Lo stress può causare diversi tipi di problemi medici: dall’alta pressione, a problemi cardiovascolari, a problematiche muscolo-scheletriche. Tutto vero.

Una risposta adattiva alle sfide che l’ambiente ci pone è utile per aiutarci a rispondere a determinate problematiche ma se perdura nel tempo può portarci dei problemi seri.

E’ anche vero, però, che ci sono dei momenti della nostra vita in cui è quasi impossibile evitare di essere sotto stress. Per quanto cerchiamo di vivere una vita sana ed equilibrata determinati eventi personali e professionali potrebbero metterci a dura prova. Dunque, siamo forse condannati a soffrire gli effetti negativi dello stress?

I più recenti studi sullo stress dicono che non è necessariamente così e che il nostro atteggiamento verso lo stress può fortemente influenzare gli effetti negativi che può avere su di noi ed addirittura annullarli.

Vantaggio #1 – Se consideri lo stress una opportunità e non un ostacolo ne puoi contrastare gli effetti negativi.

Un team di psicologi dell’Università di Harvard nel 2012 ha condotto uno studio molto interessante. Hanno in effetti rilevato che lunghi periodi di stress possono portare all’aggravamento di problemi cardio-vascolari e contribuire ad alzare la mortalità. Infatti, sotto stress, il diametro dei nostri vasi sanguigni di riduce. Ma gli studiosi hanno anche rilevato che se le persone non considerano lo stress come qualcosa di nocivo per la loro salute, bensì lo ritengono una modalità che il nostro corpo ci fornisce per essere maggiormente pronti ad affrontare eventi problematici se, in altre parole, considerano lo stress come un loro alleato, il diametro dei vasi sanguigni resta inalterato, contrastando, dunque, i danni cardiovascolari, e il rischio di mortalità non si alza. 

KellyMcGonigal_stress

Vantaggio #2 – Se siamo sotto stress aiutare gli altri ci protegge dai suoi effetti negativi.

Un’altro studio, questa volta condotto nel 2013 dagli psicologi dell’Università di Buffalo ha indagato l’impatto sociale dello stress. Quando siamo sotto stress, infatti, il nostro corpo rilascia ossitocina. Un ormone che ha la funzione di proteggere il nostro sistema cardiovascolare. Ma l’ossitocina è anche comunemente chiamato “l’ormone delle coccole”, perché connesso proprio con i meccanismi alla base dell’innamoramento, delle cure parentali e dell’empatia.

In questo studio è stato rilevato che in periodi di forte stress il rischio di mortalità sale del 30%. Ma nelle persone che vivono un periodo piuttosto lungo di stress e che contemporaneamente si prendono cura di qualcuno, sia che si tratti di una persona caro che attraverso gruppi di volontariato, non si evidenzia alcun incremento del rischio di mortalità. In altre parole, prendersi cura di qualcuno, dimostrare empatia, vivere attivamente all’interno di una comunità ci protegge dai rischi negativi dello stress.

KellyMcGonigal_stress3

Quando scegliamo di vedere nello stress un alleato e quando scegliamo di entrare in contatto con altre persone mentre siamo sotto stress diventiamo coraggiosi e resilienti.

Scegliamo, dunque, di vederci come persone in grado di affrontare le sfide, consapevoli di non essere da soli.

Per approfondire l’argomento, consiglio la visione della TED Talk tenuta alla psicologa della salute Kelly McGonigal, intitolata “Come farsi amico lo stress”.