Home
Il Festigram dellə Scompostə: la bellezza non sta composta

Il Festigram dellə Scompostə: la bellezza non sta composta

Su Instagram un festival sulla bellezza e sull’eros a cura di donne e persone non binarie: il Festigram dellə Scompostə

Com’era? Le donne non sanno tenere il palco parlando di bellezza e eros? Nasce così Scompostə un Festigram virtuale nato dalle menti di Francesca Anelli e Gea di Bella (su instagram le trovate come @franzectanelli e @geadibella aka @valentinasroom_)

“Per tutto il mese di ottobre, donne e persone non binarie dimostreranno non solo che sappiamo tenere un palco (per quanto, almeno al momento, virtuale e improvvisato) ma anche che non abbiamo bisogno di essere invitatə da altri – maschile non casuale – per farci sentire.
È un piccolo progetto, nato in una bellissima bolla di Instagram che speriamo di poter fare scoppiare per raggiungere quante più persone possibile. Anche perché, al link in bio trovate un profilo ko-fi da cui potete donare anche una piccola cifra a supporto del progetto @suns_endrapeculture per il sostegno delle vittime (senza alcuna distinzione di genere) di violenza sessuale.”

Le dirette si terranno dai profili di @valentinasroom_ e dellə variə ospitə in due formule diverse

Le dirette che non riuscite a vedere saranno salvate (divinità dell’instagram permettendo) sul profilo di @scompost3 per essere viste in qualsiasi momento.

Le grafiche del festigram sono di Alpraz

Il 29 Ottobre alle ore 18.00, ci sarò anche io insieme a Biancamaria Furci (@farewell_bi) di Bossy.

La nostra diretta avrà il titolo “Oltre la bellezza c’è la liberazione”, cercheremo di creare un ponte tra attivismo e attività sanitaria e spiegare perché la body positivity non ha nulla a che fare con la bellezza.
Parlaremo dell’approccio Health At Every Size (HAES), minority stress e medical bias

Sono una psicologa psicoterapeuta e lavoro a Rovigo e online. Mi occupo del benessere psicologico di adulti e adolescenti.