Home
Avere dei pregiudizi non fa di te una brutta persona. Ma …

Avere dei pregiudizi non fa di te una brutta persona. Ma …

Avere dei pregiudizi è umano. Non farci nulla al riguardo è un problema

Allport ha definito il pregiudizio come un “sentimento, favorevole o sfavorevole, verso una persona o una cosa non basato su una esperienza reale”.

In altre parole, giudicare il libro dalla copertina. E’ una scorciatoia cognitiva. Avere dei pregiudizi è una esperienza umana.

Tuttə li abbiamo, li abbiamo avuti e li avremo. Il problema è quando sulla base di questi pregiudizi finiamo per discriminare, offendere, danneggiare le altre persone.

Spesso pensiamo che avere dei pregiudizi implichi urlarli ai quattro venti in maniera aggressiva, cioè esprimerli in maniera esplicita. Ma sappiamo da decenni di ricerca che i pregiudizi si muovono anche a livello implicito. Soprattutto per i pregiudizi sistemici che fanno parte (purtroppo) della narrazione comune, tendiamo ad interiorizzarli. Se poi ci troviamo davanti una persona a cui si applica quel pregiudizio, rischiamo di avere un atteggiamento discriminatorio senza mai dire nulla esplicitamente, e quella persona lo percepirà e vivrà una esperienza orribile.

Subire discriminazioni ha sempre una effetto negativo sulla nostra salute.

Ammettere di avere pregiudizi non è piacevole, perché può cozzare con una certa idea che abbiamo di noi. Ma è l’unico modo per provare a decostruirli e smettere di fare danni.

Se hai dei pregiudizi: congratulazioni sei un essere umano!

Se mi rendo conto di averne o qualcunə me lo fa notare e non ci faccio nulla al riguardo. Beh … abbiamo un problema.

Sono una psicologa psicoterapeuta e lavoro a Rovigo e online. Mi occupo del benessere psicologico di adulti e adolescenti.